I LIBERTINI DI SAINT JAMES - La serie Vittoriana di Lorraine Heath

Lorraine Heath per noi è una delle regine del romance storico statunitense e siamo felici che la Harper Collins abbia deciso di pubblicare questa serie, ispirata a Oliver Twist, che non esitiamo a consigliarvi se ancora non l'avete letta. E' sempre un piacere consigliare le autrici di classe!

1. PATTO CON IL DIAVOLO ( In Bed with the Devil) 
Inghilterra, 1851 - Cresciuto nei bassifondi di Londra e considerato da tutti un assassino, Lucian Langdon si è guadagnato il sinistro soprannome di Conte Diavolo, e qualunque giovane rispettabile che accettasse di farsi vedere con lui rischierebbe ben più che la propria reputazione. Lady Catherine Mabry, però, è convinta di non avere scelta, e per proteggere coloro che ama è disposta persino a stringere un patto con il demonio. Così, pur sapendo che ciò che gli chiede in cambio è pericoloso e a dir poco discutibile, si offre di aiutare il famigerato conte a ottenere ciò che più desidera: la rispettabilità per sé e per la donna che intende sposare. Ma quando si ritrovano a lottare insieme per salvarsi la vita, Catherine scopre di avere accanto un uomo capace di grandi passioni, completamente diverso dall'individuo cinico e spietato con cui credeva di avere a che fare. E inizia a desiderare che l'attrazione fisica che entrambi provano possa trasformarsi in qualcosa di più profondo e duraturo.
L'OPINIONE DI KEIKO: Discreto  storico, con due protagonisti che ben si equivalgono per spirito e forza caratteriale. Eventi traumatici del passato hanno segnato entrambe le loro vite e specialmente quella di Lucien, che  il caso conduce dai bassifondi addirittura  al contado.  I due  protagonisti   sono al centro di  varie peripezie e situazioni che li porteranno ad avere succosi scontri verbali, rendendo oltremodo interessanti le vicende. Il libro, inoltre, introduce anche i personaggi che poi avranno rilievo nei capitoli  successivi, delineando un'ambientazione complessa e una narrazione corale. Giudizio: 4/ 5. Interessante!


2. IL DUCA DISSOLUTO ( Between the Devil and Desire)
Inghilterra, 1851 - Dopo essere emerso dalla dura infanzia nei bassifondi, Jack Dodger è diventato il ricco e dissoluto proprietario del club per gentiluomini più esclusivo di Londra, e da allora non c'è piacere di cui non abbia goduto. Così, il fatto che venga nominato unico erede di tutti i beni del Duca di Lovingdon, che conosceva appena, getta nella disperazione la giovane vedova, Olivia, costretta a condividere la sua amata casa e il figlioletto con quell'uomo spregevole e dalla dubbia reputazione. Ma il disprezzo glaciale della duchessa non ha scampo di fronte al fascino pericoloso di Jack. Il suo tocco infatti risveglia in lei il desiderio, i suoi baci la costringono ad arrendersi, nonostante Olivia lotti per tenerlo fuori dal proprio cuore. Quando però si scopre la sconvolgente verità, tutto cambia...
L'OPINIONE DI KEIKO: Il secondo capitolo di questa interessantissima serie è, forse, quello che mi è piaciuto di più dei tre letti finora . Sarà sicuramente merito del suo protagonista Jack Dodger, irriverente, avido, scaltro, tutt'altro che un gentiluomo che si trova a dover fare da tutore ad un ragazzo rimasto orfano di padre, proprio lui! il titolare di un'equivoca casa da gioco . Avrà contro la madre del ragazzo, Olivia vedova e sorella di duchi, oltremodo pignola e osservante delle regole. Olivia , però, cova dentro di sé il fuoco della passione, passione che Jack saprà risvegliare, portando luce ed ardore nella vita oltremodo piatta condotta fino ad allora dalla protagonista. La Heath, oltre a narrarci una splendida e contrastata storia d'amore e di passione, tinge di un tenue giallo la trama, dandogli un ulteriore quid che rende l'intreccio ancora più interessante. Curata dall'autrice, come sempre, l'introspezione psicologica dei personaggi e alcune parti, narrate in prima persona dalla voce di Jack, ci mostrano una finestra sui suoi pensieri più intimi. Giudizio: 5/5. BELLISSIMO!

3. TRA LE BRACCIA DI UN DUCA (Surrender to the Devil)
Londra, 1851 - Dopo la difficile infanzia trascorsa nei bassifondi di Londra, Frannie Darling si dedica anima e corpo alla protezione dei bambini abbandonati, oltre che al lavoro di contabile presso la casa da gioco dell'amico Jack Dodger. Non cerca l'amore e fa il possibile per passare inosservata, eppure, a una festa di nozze, qualcuno la nota. Turbata dallo sguardo insistente di Sterling Mabry, Duca di Greystone, Frannie si presenta al gentiluomo... e a quel punto tutto cambia. Per la prima volta nella vita, infatti, prova un'attrazione irresistibile e lo stesso vale per Sterling, anche se lui la vorrebbe solo come amante, non certo come sposa. Frannie, però, detesta gli aristocratici arroganti interessati soltanto al proprio piacere... Ma allora perché il pensiero di una relazione clandestina con il diabolico duca la lascia tremante di desiderio? 
L'OPINIONE DI KEIKO:  Ennesima rivisitazione romance della favola della ragazza del popolo, che per dolcezza di carattere, bontà e bellezza, riesce alla fine a sposare il suo principe( in questo caso un duca). La storia con queste premesse, poteva essere di una banalità sconcertante ma la bravura della Heath sta proprio nel rinverdire  un simile intreccio con un approfondimento più realistico e meno favolistico delle vicende passate e presenti che si trovano a vivere i protagonisti . Franny e Sterling, agli antipodi per condizione sociale e per esperienze vissute, convivono entrambi con le  ferite che la vita ha inferto loro e che ancora continua ad infliggergli  .  Dapprima un profonda e repentina attrazione sessuale e poi la loro comune sensibilità li unirà indissolubilmente al di là della morale e dei costumi sociali dell'epoca. Un romanzo di una sensibilità e di una profondità non comuni, anche per i temi che vi si trattano: la cura degli orfani e l'accettazione della malattia. ( non manca assolutamente uno splendido lieto fine eh!). Giudizio: 4.5/5. BELLO!

4. PIACERI DI MEZZANOTTE (Midnight Pleasures With a Scoundrel)
Londra, 1852 - A Londra per vendicare la tragica scomparsa della sorella, Eleanor Watkins viene pedinata da James Swindler, il miglior ispettore di Scotland Yard, incaricato di tenerla lontana dai guai. La giovane sa che non dovrebbe avere a che fare con lui, eppure nulla può impedirle di finire tra le braccia di quell'uomo peccaminosamente attraente, nemmeno i segreti pericolosi che continua a non volergli rivelare. Perché James, forte, compassionevole e assolutamente irresistibile, è tutto ciò che lei desidera. Ma può fidarsi abbastanza da lasciarsi andare a tutti i piaceri che la mezzanotte porta con sé? James, da parte sua, è determinato a usare le proprie arti di seduzione per indurla a rivelargli i suoi piani. Alla fine però sarà lui a capitolare, allontanandosi da tutto ciò che ha di più caro per proteggerla, anche se ciò significherà ritrovarsi con il cuore spezzato.
L'OPINIONE DI ANNE ELLIOT: Il titolo inglese è un po' fuorviante, meglio quello italiano, perchè qui di libertini non ce ne sono... ci sono anche pochi piaceri al chiar di luna, a dire la verità, ma è lo stesso un romanzo discreto, che fortunatamente non deve far leva su episodi poco probabili per tenere i protagonisti separati l'uno dall'altra. Al contrario, essi rimangono insieme anche se entrambi sanno che non ci può essere un futuro per loro, soprattutto perchè ognuno di essi porta con sè segreti che una volta svelati pur giustificando il loro operato potrebbero allontanarli per sempre. Molto buona la caratterizzazione dei personaggi, in particolare quella del solitario James Swindler, che cominciamo a capire meglio. Ci però alcuni colpi di scena o meglio, cambi di rotta, nella trama, che  potrebbero non piacere del tutto a qualche lettore...troppo melodrammatici? Ho però apprezzato che i protagonisti dei romanzi precedenti corressero in aiuto del loro amico, facendo così una nuova piacevole apparizione nella serie. Giudizio: 4/5 INTERESSANTE.



Questa serie è stata scritta tra il 2008 e il 2009, ma nel 2014 la Heath ha pubblicato un nuovo capitolo, The Last Wicked Scoundrel  che non sappiamo se sarà pubblicato da Harper Collins, trattandosi più che di un romanzo di una novella di 172 pagine in originale. In ogni caso, si tratta della storia di William Graves, l'ultimo dei furfanti di Fegan. (A nostro parere tradurre gli "Scoundrels" della serie con il termine libertini invece di furfanti, non è azzeccatissimo, visto il legame della serie con Oliver Twist, specialmente con Fegan e i suoi ladruncoli.)

****
La nuova uscita Harper Collins, che sarà in edicola il 10 maggio, riguarda infatti non il quinto libro della serie dei Libertini, ma il primo libro della mini serie Scandalous Gentlemen of St.James/ Scandali di St.James.

Nel primo romanzo della mini serie (qui sotto) il protagonista è figlio della Duchessa di Lovington, eroina de Il duca dissoluto, secondo romanzo della serie dei Libertini.

1. LA RINASCITA DEL DUCA (When the Duke Was Wicked)

Londra, 1874 - Henry Stanford, Duca di Lovingdon, ha smesso di vivere una fredda mattina di due anni prima, quando il tifo gli ha portato via l'amata moglie e la loro bambina. Ha quindi mandato al diavolo l'onore e ha annegato il dolore nell'alcol, nel gioco d'azzardo e nei letti scaldati da amanti sconosciute, trascinandosi in un'esistenza inutile. Per questo, benché nutra stima e affetto per Lady Grace Mabry, sua amica d'infanzia, è con un certo disappunto che accetta di aiutarla a distinguere tra i numerosi pretendenti uno che sia interessato davvero a lei e non alla sua generosa dote. Ma più le sta accanto, più ha la sensazione che nessun uomo sia abbastanza per Grace né la possa amare come merita. Nessuno tranne lui, che però ha troppa paura di far tornare a battere il suo cuore ferito.
La mini serie continuerà con altri due romanzi, Once More, My Darling Rogue  e  The Duke and the Lady in Red.


TI INTERESSANO QUESTI ROMANZI? LI PUOI TROVARE QUI!



****
L'AUTRICE
Lorraine Heath ha sempre avuto un debole per le storie d'amore commoventi, probabilmente perchè quando guardava i film con sua mamma lei le diceva che un film se non fa piangere non è un bel film. Figlia di un texano arruolato in aeronautica , Lorraine è nata Watford in Inghilterra, ma la famiglia è tornata dopo poco in Texas. La sua 'doppia nazionalità' però le ha sempre fatto amare tutto ciò che è inglese e texano, amore che ha saputo infondere nei suoi romanzi. Laureata in psicologia(specializzazione che l'è servita per sviluppare meglio i caratteri dei suoi personaggi), l'autrice ha all'attivo oltre 60 romanzi di successo, tra storici, paranormali (Y/A che scrive insieme al figlio con lo pseudonimo J.A.London), contemporanei e N/A, tradotti in varie lingue e ha vinto diversi premi, fra cui un Rita Award. Scrive anche con gli pseudonimi di Rachel Hawthorne  e Jade Parker.
VISITA IL SUO SITO:

VI PIACEREBBE LEGGERE QUESTA SERIE? L'AVETE GIA' LETTA? COSA NE PENSATE? QUALI SONO I VOSTRI ROMANZI PREFERITI? 
VI PIACEREBBE CHE LA HARPER COLLINS PUBBLICASSE IL 5° ROMANZO DELLA SERIE ALMENO IN EDIZIONE EBOOK, NELLA SUA COLLANA E-LIT? PARTECIPATE ALLA DISCUSSIONE.
Grazie a chi consivierà questo post sulle sue pagine social.

NOTTURNO PER UN AMORE di Laura Caterina Benedetti

Autrice: Laura Caterina Benedetti
Genere: Contemporaneo non erotico, autoconclusivo
Formato: solo in e-book sui principlai stores
Editore: self-publishing
Prezzo: € 2.49
Lunghezza su Amazon: 170 pagine
Uscita: Novembre 2016

TRAMA: Renata Beraudo conosce del tutto casualmente l'architetto Bruno Fogliato, in cerca di una brava segretaria per il suo studio; in seguito a un secondo e rocambolesco incontro l'uomo, che fin dal principio aveva considerato la ragazza la persona ideale per quel lavoro, coglie l'occasione e l'assume. Le cose funzionano bene e anche Bobby, il figlioletto di Bruno, non tarda ad affezionarsi a lei. Quando una sera, in modo imprevedibile, un concerto per pianoforte fa sbocciare il fiore dell'amore tra l'architetto e la sua impiegata, le loro vite vengono sconvolte perché lui è già fidanzato. Cosa accadrà a Bruno e a Renata? Che ne sarà del nuovo sentimento nato sulla musica dolce e nostalgica di un "notturno"? 
Un classico del genere rosa, l'amore tra la segretaria e il suo capo, ha dato vita a questo romanzo dall'ambientazione torinese; romantico e garbato, è dedicato alle lettrici innamorate delle storie che vogliono far sognare e battere forte il cuore.


«D'accordo. Comunque credo che il mio ombrello sarà più che sufficiente per tutti e due, perciò adesso non ha più bisogno di restare qui: su, venga, l'accompagno» concluse l'architetto, sfiorandole un braccio ed esortandola a uscire.
«Oh, grazie! Se è tanto gentile da portarmi soltanto fin dall'altra parte del corso, dove ci sono i taxi, io...».
«Ma neanche per sogno» la interruppe il signor Fogliato con il tono che usava quando riprendeva i suoi giovani e inesperti collaboratori. «La porto io a casa... o in qualunque altro posto lei debba andare».
Detto ciò le offrì il braccio, inarcando le sopracciglia in un invito che non ammetteva repliche, così Renata, dopo essere scoppiata a ridere, accettò: «Va bene: grazie, e mi porti pure a casa».
Quando la trama, in quarta di copertina, coincide con quello che ho letto e capito, non ripropongo il mio "riassunto", è una perdita di tempo che un lettore non deve subire. Perciò passo subito alla mia opinione.
Una storia romantica, trattata senza grossi patemi. Una storia realistica ammantata di rosa e con un happy end sperato e scontato. Non esiste un "romanzo rosa" che si rispetti che abbia un epilogo non felice. Un libro  molto tenero, che consiglio, con personaggi che vivono nel secolo attuale, ma che avrebbero potuto esistere anche in passato. Il modo di scrivere di questa autrice è "antico" nel senso bello del termine. Chi ha una certa età avrà letto senz'altro nella sua gioventù dei romanzi di Liala che erano ambientati negli anni '50. L'autrice ha redatto il romanzo in un modo che mi ha fatto ricordare proprio quella scrittrice. Non ci sono scene erotiche il massimo del sensuale che ho letto è lo scambio di un paio di baci. I personaggi sono educati, colti belli, gentili, signorili. Lei è timida, sincera, brava nel lavoro, arrossisce spesso ma è anche capace di giostrarsi in varie situazioni. Lui è un buon padre, sa cavarsela con le donne e ha un animo sensibile.
Insomma sono protagonisti positivi. E' un romanzo che mi ha fatto aleggiare sempre un sorriso, sia per la storia in sé sia perché mi ha fatto tornare indietro con gli anni quando da giovane leggevo le storie d'amore che mi "passava" mia madre quelle di Liala come ho scritto sopra e Delly.
Alle lettrici che non conoscono questi autori consiglierei di leggere il libro della Benedetti, perché oltre a meritarlo, si possono anche rendere conto di cosa leggessero le signore oggi più o meno sessantenni, e come queste facessero galoppare la loro fantasia senza scene hard.








Curiosità su come è nato il romanzo...
Ripensando all'origine dell'idea di questo romanzo, l'autrice confida: "Ricordo che volevo provare a scrivere un rosa in cui il protagonista maschile avesse già un figlio, complicando quindi le relazioni tra i personaggi! A questa idea si è aggiunta la mia attrazione verso uno degli stereotipi più classici del rosa, cioè l'amore tra la segretaria e il suo capo: ci sono tantissimi romanzi che lo usano, e amando le storie d'amore volevo scriverne una anch'io! Ho mescolato le carte, ho immaginato una scena romantica che avviene dopo un concerto... ed ecco com'è nato Notturno per un amore. I notturni, infatti, sono composizioni musicali per pianoforte, e sono la musica che accompagnerà lo sbocciare dell'amore tra Bruno e Renata."
****
L'AUTRICE
Laura Caterina è piemontese e ha dimostrato amore per la lettura fin da piccola; più tardi è venuta fuori la sua vena artistica, che le ha permesso di riversare nella scrittura fantasia ed emozioni. Le piace esplorare generi diversi, ma ama soprattutto inventare storie d’amore. Ha esordito come autrice indipendente nel 2012 con il romance "Non ti sposo!", a cui sono seguiti molti altri lavori.
VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK:
http://www.facebook.com/LauraCBenedetti


TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? CHE NE PENSI? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.
Grazie se condividerai il link di questa presentazione sulle tue pagine social.


EMILY PIGOZZI PRESENTA..."IL MIO VENTO DI PRIMAVERA" (Emma Books)


EMILY PIGOZZI E' USCITA DA POCO CON UN NUOVO CONTEMPORANEO ROMANTICO D'AMBIENTAZIONE LONDINESE PUBBLICATO DA EMMA BOOKS. LE ABBIAMO CHIESTO DI VENIRE A PRESENTARLO.

IL MIO VENTO DI PRIMAVERA
Autrice: Emily Pigozzi
Genere: 
Contemporaneo
Ambientazione: Londra
Pubblicazione: Emma books, 5 aprile 2017, pp.220
Parte di una serie: No.
Disponibile in ebook? Solo in ebook, €3,99

TRAMA:Giorgio considera il suo lavoro di cardiochirurgo non solo la sua missione, ma anche, e soprattutto, la sua salvezza. Quando però viene chiamato in un prestigioso ospedale inglese, è costretto a lasciare controvoglia la sua amata Roma e a trasferirsi a Londra. Alisea, italo inglese, si nasconde nel Moon Bookshop, la libreria che gestisce con la stravagante Miss Imogen nel cuore del quartiere di Paddington. Giorgio e Alisea hanno alle spalle un passato difficile e traumatico con cui fare i conti, ma se lui prova a reagire mordendo la vita e vivendola intensamente, lei ha paura di amare e di lasciarsi andare a emozioni autentiche. Sullo sfondo di una Londra che dal gelo dell’inverno si scioglie nei colori della primavera, due anime speciali si incontrano in una storia fatta di libri, canzoni e di un amore che farà battere il cuore.

****
Buongiorno lettrici de La mia biblioteca romantica, eccomi di nuovo qui per presentarvi il mio ultimo lavoro, una storia romatica al sapore di primavera edita da Emma Books.
La mia nuova storia ha molti profumi, in realtà: quello delle vecchie canzoni, quelle che non ti stanchi mai di ascoltare, quella dei libri, che in fondo sono ciò che ci salvano e che non ci lasciano mai sola. Il profumo di un amore inaspettato, tra due anime unite dal caso, dal destino e dalle parole di bellissimi romanzi: quelli che Alisea, giovane italo inglese che lavora in una piccola e scalcinata libreria di Londra, consiglia a Giorgio, giovane, bellissimo e promettente cardiochirurgo romano trasferitosi nella capitale inglese per seguire la sua carriera. Reduce dalla fine di una storia d’amore, Giorgio ha una vera antipatia per la capitale inglese: solare e innamorato della sua professione, nasconde però un segreto legato alla sua vita che l’ha spinto a dedicare tutto sé stesso alla chirurgia.
Anche Alisea nasconde un passato da dimenticare, e solo l’affetto della colorata Miss Imogen, hippie travolgente e saggia nonché proprietaria del Moon Bookshop, ha potuto salvarla dai suoi demoni.
Una tempesta di neve li farà incontrare, e tra libri, canzoni e il crescere di una passione travolgente, i due dovranno imparare a conoscersi e a farsi strada nelle reciproche paure, mentre il gelo di Londra lascia lentamente spazio a una magnifica primavera.
Il mio vento di primavera parla d’amore, di sogni, del passato che è sempre parte di noi, ma dal quale dovremmo imparare a conservare solo il meglio.
È una storia che è venuta a trovarmi quasi a sorpresa in una fredda notte d’inverno, come un fiume in piena. Lo staff di Emma books ci ha creduto immediatamente, e per me è un vero onore poter collaborare con loro. E adesso? Adesso spero che questa piccola favola riesca ad arrivare al cuore delle lettrici… perché come dice Miss Imogen, «I libri sono amici. È vero, con i libri non sei mai sola. Loro hanno sempre una storia da raccontarti, riescono sempre a farti sentire a casa. »
EMILY PIGOZZI

LEGGI UN ESTRATTO...
Si fa più vicino, e io non riesco, non sono abbastanza forte per rifiutare i suoi baci. Giorgio sfiora il mio collo con la sua lingua, risale dietro l’orecchio mentre mi sfiora il seno, percorrendo strade invisibili sulle curve della mia schiena. Mi bacia, e un bacio è un richiamo irresistibile per l’altro, suadente, continuo. Mi lascio andare, lentamente, sento il mio corpo che cede e si fa burro tra le sue mani forti e decise. Quando infila la lingua calda tra i miei seni ho un sussulto, quasi di sorpresa.«Scusa, scusa. Tu… avevi detto che non dovevamo più correre. Scusa, hai ragione» mormora Giorgio ansimante, staccandosi da me. Ma in questo momento non voglio restare sola. Non ce la faccio. Per mandarlo via ora, dalle mie braccia e da questa casa, ci vorrebbe un coraggio che io non ho. Non abbastanza.
«Vieni. Non fa niente. Anche io… anche io ti voglio, Giorgio. Ho bisogno di qualcuno che curi il mio cuore, lo sai? E tu sei la persona più adatta. Un cardiochirurgo» soffoco una risata nella sua spalla, pensando alla meravigliosa ironia del destino. Senza smettere di baciarmi Giorgio mi solleva tra le braccia, e mi porta sul mio letto morbido, fra i cuscini colorati e soffici. Fuori Londra ci regala una notte di ghiaccio, ma noi siamo fuoco vivo e bruciante, perfetti l’uno dentro l’altra.


****
L'AUTRICE
Emily Pigozzi scrive da sempre. Parla troppo e legge altrettanto, adora i dolci e la quiete della notte. Per diversi anni ha lavorato come attrice, prendendo parte a cortometraggi e film e partecipando a tournée che hanno toccato i maggiori teatri d’Italia. È sposata e mamma di due bambini.
Il suo primo romanzo, “Un qualunque respiro” (Butterfly edizioni), è uscito nel 2014. Sono poi seguiti il romance “L’angelo del risveglio” (Delos digital) e “Il posto del mio cuore”, un rosa di formazione, uscito a fine 2015 per la 0111 edizioni. Nel 2016 ha invece pubblicato “Aspettami davanti al mare” e “Danza per me”, entrambi per la collana Youfeel di Rizzoli.
“Un piccolo infinito addio”, il suo primo romanzo in self publishing, è uscito nel 2017 rimanendo per diverse settimane nella classifica top 100 di Amazon. I libri di Emily sono disponibili in tutti gli store.
VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK:


TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? CHE NE PENSI? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.
Grazie se condividerai il link di questa presentazione sulle tue pagine social.


MATRIMONIO DI CONVENIENZA di Felicia Kingsley(Newton Compton)

E' DA POCO USCITO CON NEWTON COMPTON QUESTO LIBRO DI FELICIA KINGSLEY CHE RECENSIMMO  TEMPO FA QUANDO USCI' COME SELF-PUBLISHING.  COGLIAMO L'OCCASIONE PER RIPUBBLICARE LA NOSTRA RECENSIONE E FARE LE CONGRATULAZIONI ALL'AUTRICE.

Autrice: Felicia Kingsley
Genere: Contemporaneo
Ambientazione: Inghilterra , oggi
Editore: Newton Compton,  13 aprile 2017, pp. 381, € 10
Livello Sensualità : BASSO
Disponibile in ebook: Sì a € 4,99
LA TRAMA : Jemma fa la truccatrice teatrale, vive in un seminterrato a Londra e colleziona insuccessi in amore. Un giorno però riceve una telefonata dal suo avvocato che potrebbe cambiarle la vita: la nonna Catriona, la stessa che ha diseredato sua madre per aver sposato un uomo qualunque e senza titolo nobiliare, ha lasciato a lei un’enorme ricchezza. Ma a una condizione: che sposi un uomo di nobili natali. Il caso vuole che l’avvocato di Jemma segua un cliente che non naviga proprio in acque tranquille: Ashford, il dodicesimo duca di Burlingham, è infatti al verde e rischia di perdere, insieme ai beni di famiglia, anche il titolo. Ashford è un duca, Jemma ha molti soldi. Ashford ha bisogno di liquidi, Jemma di un blasone… Ma cosa può avere in comune la figlia di una simpatica coppia hippy, che ama girare per casa nuda, con un compassato lord inglese? Apparentemente nulla… Il loro non sarà altro che un matrimonio di convenienza, un’unione di facciata per permettere a entrambi di ottenere ciò che vogliono. Ma Jemma non immagina cosa l’aspetta, una volta arrivata nella lussuosa residenza dei Burlingham: galateo, formalità, inviti, ricevimenti e un’odiosa suocera aristocratica. E a quel punto sarà guerra aperta…

POTREBBE PIACERVI PERCHE'...

...E' un libro che vi farà passare qualche ora in buona compagnia. 
Le condizioni per entrare in possesso di una cospicua eredità costringono Jemma, truccatrice teatrale che vive in un seminterrato sotto ai genitori hippy, a sposare Ashford, duca di Burlingham, esponente dell'aristocrazia inglese sull'orlo della bancarotta. La convivenza nella splendida residenza di lui porta all'esasperazione la diversità sociale e culturale dei due protagonisti. Jemma cerca di sopperire alla sua inadeguatezza con battute velenose, sopratutto dirette alla suocera, e atteggiamenti dissacranti. Gli esponenti dell'aristocrazia blasonata che è costretta ad incontrare ai numerosi eventi mondani, sono scandalizzati. Una vera "perla" è l'incontro del marito e della duchessa madre con i genitori di Jemma che si concluderà con la suocera in "estasi" dopo aver mangiato una doppia razione di crostata fatta in casa a base di oppiacei.
Una lettura piacevole  e a tratti divertente, anche se la storia d'amore non è di quelle indimenticabili. Meglio lo stile nei dialoghi, il resto è un po' più lento e involuto. Il racconto alterna il punto di vista di lei e di lui. Spiccano i personaggi femminili (e il maggiordomo). Giudizio:4/5. Interessante.





LEGGI UN ESTRATTO....
«Cosa ti è saltato in mente?» battibecca lei già pronta alla polemica. «Dove sono i tuoi vestiti di ieri sera? Puoi darmeli?» «No, se non mi dici cosa stai facendo?» «Secondo te?» dico indicando gli indumenti sul pavimento in modo plateale. Alza i palmi al cielo in segno di resa. «Tra poco i domestici rassetteranno le stanze e se vogliamo avvalorare la tesi del nostro matrimonio di amore a prima vista, sarà meglio dare l'impressione di aver fatto delle acrobazie che neanche il Cirque Du Soleil. Ora, sempre che non tu non sia uno di quei rari esemplari di donna che fa sesso vestita come un fondista alle Olimpiadi invernali, mi faresti la cortesia di darmi i tuoi vestiti?»«Farò di meglio!» infatti, Jemma, non solo getta i suoi vestiti sul pavimento assieme ai miei, ma inizia a disfare il
letto con veemenza, strappandone i cuscini e le lenzuola. Beh, se non altro è stata recettiva. Mi ha fatto faticare ma è stata ricettiva. Un momento. Cosa sta facendo con quel lenzuolo? Perché lo sta legando al sostegno del baldacchino? 
«Jemma, che diavolo è quello?» «Mai sentito parlare di bondage?» ribatte con tutta la naturalezza di cui è capace. «No! Voglio dire sì, ma no!» protesto «Senti Jemma, apprezzo lo sforzo, ma mi basta che i domestici immaginino che ci sia stato del sesso matrimoniale, non illuminarli con i dettagli dei miei gusti erotici!» «Niente bondage?» «No» rispondo lapidario. «Nemmeno queste?» dice lei facendo dondolando due vistosi decolleté rossi con tacco a spillo. «No, nemmeno fetish». «Sei una lagna!» protesta lei lanciandoli di nuovo nella cabina armadio. «Non ti preoccupare, sono dettagli che non scoprirai mai». «Lo voglio ben sperare» ribatte Jemma con una smorfia di disgusto. «Il ribrezzo è reciproco» scendo le scale, un passo avanti a lei, e ad attenderci davanti al giardino d'inverno c'è Lance «Jemma» sussurro tra i denti «Puoi, senza protestare o fare polemiche, mettere su un bel sorriso da neosposa soddisfatta e gratificata?» «Per sentirti un maschio alfa hai proprio bisogno di trattarmi sempre come una minorata?» Ecco, lo sapevo che se ne usciva con una polemica.
*****
GUARDA IL BOOK TRAILER


****
L'AUTRICE DICE DI SE'...
Sono nata a cavallo degli anni Ottanta, cresciuta nei fluorescenti anni Novanta, con la testa sempre tra le nuvole. Vorrei fare, vorrei andare, vorrei cambiare. Una vita al condizionale. Ho studiato tanto, tante cose, architettura, arte, storia, e mi piace farmi influenzare dalle culture e dalle atmosfere, cercando di viaggiare più che posso.Quando sono chiusa tra le quattro pareti di casa, amo leggere, scrivere, disegnare, e fare finta di cucinare (parto con impegno, poi mi arrendo e passo ai cibi pronti). Sportiva? A singhiozzo. Quando sono motivata sono capace di fare pilates, aerobica, nuoto e tennis. Quando non sono motivata, pratico "divano agonistico". 
VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK:


VI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'AVETE GIA' LETTO? COSA NE PENSATE? PARTECIPATE ALLA DISCUSSIONE.
Cliccate G+ per promuovere questa recensione su Google  e grazie a chi la condividerà sulle sue pagine facebook


ORNELLA ALBANESE presenta... "IL SIGILLO DEGLI ACQUAVIVA" (Leone editore)


ESCE OGGI IL NUOVO ROMANZO STORICO DI ORNELLA ALBANESE PUBBLICATO DA LEONE EDITORE, CHE CONTINUA IDEALMENTE L'OSCURO MOSAICO. UNA NUOVA AVVINCENTE STORIA DI INTRIGHI, PASSIONI E AVVENTURA AMBIENTATA IN UN MEDIOEVO TUTT'ALTRO CHE 'BUIO'. LE ABBIAMO CHIESTO DI PARLARCENE.

IL SIGILLO DEGLI ACQUAVIVA
Autrice: Ornella Albanese
Genere: 
Storico
Ambientazione: Italia,1165
Pubblicazione: Leone Editore, 13 aprile 2017, coll. Satura, pp.474, solo in cartaceo € 13,90
Parte di una serie: No, è autoconclusivo, ma il protagonista è apparso in due romanzi precedenti.
Disponibile in ebook? NO

TRAMA:  Anno 1165, cattedrale di Otranto. Durante la cerimonia per il completamento del magnifico mosaico di Pantaleone da Casole, secondo la tradizione spetta al mosaicista più giovane inserire l'ultima tessera, ma quel mosaicista è in realtà una donna: Sara dei Sassi, nascosta sotto abiti maschili per poter lavorare a quell'opera prodigiosa. Un Saraceno dal passato oscuro, Yusuf Hanifa, uomo di scienza e temibile guerriero, aspetta che lei ponga l'ultima tessera e, finalmente, torni a essere donna per lui. Il destino però è in agguato e separa le loro strade. Yusuf viene caricato su una nave diretta a San Giovanni d'Acri, affinché torni nella sua terra, dove il padre è depositario di un incredibile segreto. Sara invece fa ritorno alla rocca della sua famiglia, in una valle ricca di feudi e dominata dal Gran Sasso. Qui, nel castello degli Acquaviva, ambizione e spregiudicatezza tessono trame ingannevoli e la verità è sempre difficile da rintracciare sotto le apparenze, ma l'arrivo di Yusuf Hanifa romperà tutti gli equilibri faticosamente raggiunti. Grazie al suo valore e alla sua acutezza, il moro giunto dal mare svelerà ogni cospirazione, ricomponendo un oscuro mosaico che mostrerà l'intera trama.

****
La cosa che mi piace di più è raccontare come nasce un romanzo.
In questo caso si è trattato di una nascita lunga e sofferta. Ero sicura di una sola cosa, che il protagonista sarebbe stato Yusuf Hanifa, e non solo perché tantissimi lettori mi avevano chiesto la sua storia, ma perché è il mio personaggio del cuore.
Vi ricordate di lui?  Il medico guerriero, un Saraceno leale e crudele, con una scimitarra affilata e uno sguardo che supera i confini ma che è particolarmente inquietante negli spazi angusti. Un uomo così acuto da riuscire a cogliere sempre l’essenziale, il dettaglio che svela il mistero.
Un personaggio così forte aveva bisogno di una storia che lo fosse altrettanto, e non mi fidavo di fare come con i precedenti romanzi: cominciare a scrivere sicura che prima o poi l'idea sarebbe venuta. Non è stata un'impresa facilissima ma poi eccola lì, la folgorazione, forte e sorprendente, e allora mi sono seduta al pc.
Intorno a quel guizzo si è sviluppata una vicenda complessa che si dipana tra Otranto, la Terrasanta e la valle dei feudatari alle falde del Gran Sasso. Una storia di amore e di mistero che vede due protagonisti ricchi di temperamento: Yusuf Hanifa, di cui scopriamo quel passato che aveva sepolto nel cuore, e la giovane mosaicista Sara, divisa tra la belva che le ruggisce dentro spingendola alla ribellione, e quelli che sono i doveri filiali di una giovane donna del XII secolo.
Accanto a loro si muovono tanti personaggi che danno vita a un affresco medioevale ricco di contraddizioni e di trame segrete, ma rischiarato da un amore tenace che lotta contro ogni genere di ostacoli. Questi personaggi hanno ruoli importanti nell'economia della storia e, tra tutti, il giullare Zefiro, con l'anima di un cavaliere imprigionata in un corpo deforme, Altilia, spietatamente infelice, chiusa nel ricordo del figlio morto, la serva Muzza, che possiede il corpo del castellano ma non il suo cuore, e infine il rumoroso e intrepido gruppo dei feudatari della valle. Su tutti, Rainaldo degli Acquaviva che darà origine al grande prestigio di una casata giunta fino a noi con il nome Acquaviva d'Aragona.
ORNELLA ALBANESE

LEGGI UN ESTRATTO...
La sua ossessione era lì, a un passo da lui, e lo guardava con fieri occhi color ambra.– Il mosaico è finito – disse Yusuf Hanifa.– Per questo sono qui.– Ho temuto che non mantenessi la tua promessa.– Dopo aver posto l’ultimo tassello, così ti avevo detto.Aveva corti riccioli intorno al viso, neppure le donne della sua adolescenza li avevano così scuri, nel deserto dei padri. E labbra sottili ma morbide che sembravano dipinte da una mano gentile. Come poteva la gente di Hydruntum aver creduto che quella bocca tenera appartenesse a un ragazzo? E gli uomini che avevano lavorato accanto a lei probabilmente erano ciechi. Oppure, come tutti gli artisti, si erano lasciati assorbire completamente dall'opera e non avevano avuto occhi o interesse per altro.
Con il suo sguardo da predatore, Yusuf Hanifa ne aveva intuito la femminilità. Con il suo sguardo di uomo l’aveva fatta sua, da lontano.L’aveva osservata china sul mosaico, in mezzo agli altri mosaicisti, uguale a loro nei gesti eppure così diversa. Si era incantato a osservare le abili dita che creavano immagini sorprendenti. Alexander rex, i suoi grifoni alati strumento di una sfida al cielo, i due elefanti che reggevano l’albero della vita, come se tutto
il mondo fosse partito da lì, da quella terra lontana.Aveva osservato la donna e l’artista, e le aveva amate entrambe. Da lontano.– Finché non mi permetterai di avvicinarmi.– Quando avrò posto l’ultimo tassello – gli aveva promesso, con occhi lucenti. – E il mosaico sarà finito.Adesso quel tempo era arrivato.La tunica e le brache nascondevano le sue forme anche a occhi attenti come quelli di Yusuf Hanifa. Respirò piano. Era quella l’emozione. Indovinare il suo corpo di donna sotto quegli abiti da uomo.Allungò una mano e le carezzò il viso. Pelle compatta e tenera. Le sue ciglia fremettero ma gli occhi dorati non si abbassarono. Lui conosceva il suo coraggio, la sua sicurezza e le sue fragilità. Restava da conoscere il suo corpo.La mano del Saraceno non toccava una donna da molto tempo. Era una mano addestrata alla rapidità e alla forza, lui le impose indugio e gentilezza. Racchiuse piano il suo collo sottile e l’attirò vicina. Lei assecondò il movimento, cedevole come sabbia del deserto. Le labbra dure dell'uomo diventarono velluto sulle sue.Il colpo arrivò dal nulla e gli strappò un urlo.





GUARDA IL TRAILER!


****
L'AUTRICE
Ornella Albanese, laureata in Lingue e Letterature Straniere, ha cominciato a sedici anni a pubblicare racconti gialli e rosa. È stata autrice di otto romanzi contemporanei con la casa editrice Le Onde e di dodici storici per Mondadori periodici, con una vendita media di 15.000 copie. Per Leggereditore ha pubblicato nel luglio 2011 L’anello di ferro e nel 2012 L’oscuro mosaico, ripubblicato anche da Fanucci.
VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK:


TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? CHE NE PENSI? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.
Grazie se condividerai il link di questa presentazione sulle tue pagine social.

ANIMAL di Fleur de Mar

Autrice: Fleur de Mar
Genere:  Romantic Suspense
Ambientazione:  Georgia – South Carolina (USA)
Pubblicazione: Fluer de Mar, 10 Dicembre 2016, pagg. 250, € 8,32
Livello sensualità:  ALTA
Parte di una serie: No
Disponibile in ebook: sì, € 2

TRAMA:  Un uomo che odia le donne, una donna che odia gli uomini. Un passato da dimenticare, un passato dimenticato. Un patto firmato col sangue”.
Sam Done vive sui monti Appalachi come guardiano di una riserva naturale e per lo Stato della Georgia è uno stupratore e un assassino.
Magda non ricorda più chi sia e sopravvive nei boschi seguendo un branco di lupi.
Il rigido inverno, però, è alle porte e non perdonerà nessuno: le strade di Magda e Sam stanno per incrociarsi…


Ho scaricato questo romance per caso, non conoscendo l’autrice, confesso solo perché gratuito, non avevo grandi aspettative. Ero delusa da tanti altri libri self poco curati o poco avvincenti, ormai cercare di orientarsi tra i romanzi autopubblicati è diventato veramente difficile.
Come già detto da Francy giorni fa sulle pagine di questo blog, le prime righe di una storia devono colpirti e darti un motivo per continuare la lettura. L’incipit di Animal mi ha invogliato, era diverso e mi ha incuriosito.
Sam Doone, il protagonista, ha trascorso parte della sua vita in carcere, dove è stato sottoposto a torture e violenze, tutto per un delitto che non ha commesso, tradito da una donna di cui si era invaghito da giovane. Ora vive isolato dal resto del mondo che lo considera un mostro, in una baita sui monti Appalachi.
Un giorno, nel suo eremo, capita per caso una donna senza memoria che vive con un branco di lupi tra le foreste, una donna destinata a sconvolgere l’esistenza del nostro protagonista. Due anime affini, due individui vessati dalla vita, abbandonati da tutti che troveranno l’uno nell’altra la forza per risorgere.
Nonostante la diffidenza che Sam ha per tutto il genere umano e soprattutto per le donne, decide di aiutare Lupo, questa donna selvatica, di accudirla e proteggerla. Inevitabile che tra i due i sentimenti si facciano più profondi e nell’isolamento dell’inverno Sam e Magda, che comincia a ricordare il suo passato, scoprono un’attrazione feroce, quasi animalesca. Tutto precipita con i primi contatti con il mondo esterno, Sam continua a essere il mostro per l’opinione pubblica e Magda la sua nuova vittima.
Nella seconda parte del libro la vicenda prende una piega suspense, i nostri protagonisti pur separati, lotteranno per scoprire la verità sul passato della ragazza e per difendere il sentimento nato tra loro durante la permanenza sugli Appalachi.
Una storia cupa ma coinvolgente, che racconta di un amore totale, appassionato che vive secondo leggi sue forse non comuni, ma chi siamo noi per decidere cosa sia lecito e giusto nel rapporto tra due persone? Giusto è ciò che le rende felici, ciò che dà loro piacere anche se questo potrebbe sconcertare il mondo esterno, che non può e non deve giudicare.
Ho trovato molto accurata la caratterizzazione dei due protagonisti, certamente due personaggi borderline, ma che catturano l’attenzione del lettore portandolo a tifare per il lieto fine qualunque esso sia.
Un appunto mi sento di fare all’autrice che ho trovato valida: forse le due parti del libro potrebbero risultare troppo isolate e diverse. Avrei voluto leggere un maggior approfondimento sul passato di Sam, sulla sua storia pregressa e avrei forse gradito una parte suspense più sostanziosa. Il finale, con la soluzione di tutto l’enigma che avvolge il passato di Magda, mi è parso troppo veloce e facile. Nonostante questi appunti dettati dal mio gusto personale, mi sento di promuovere sia la storia narrata in questo romanzo, sia le capacità narrative di Fleur du Mar.
 




COME INIZIA IL ROMANZO...
Prologo
Monti Appalachi: marzo 2015.
Mi guardo attorno confusa, le prime luci dell’alba filtrano attraverso i rami degli alberi e io osservo incantata quel chiarore, non riuscendo bene a comprendere dove mi trovi e cosa mi sia accaduto.Non ci ho mai riflettuto abbastanza, eppure ciò che siamo dipende da ciò che ricordiamo.Se non ricordi non esisti.Se non ricordi un avvenimento, allora non è mai avvenuto.Se non ricordi sei libera di scegliere chi vuoi essere e ricominciare daccapo.È così semplice cancellare la propria identità: niente nome, niente famiglia, niente passato.Tutto eliminato con un colpo di spugna.Mi passo una mano su volto, quasi a voler riprendere confidenza con un corpo che non mi appartiene più. Avverto un liquido viscido imbrattarmi le dita. Le mani sono sporche e stento quasi a realizzare che siano le mie: mancano alcune unghie ma non so il perché. Le braccia sono tutte piene di tagli e bruciature. Sono disorientata e al tempo stesso in pace, come se una parte di me volesse rassicurarmi, ripetendomi che adesso sono salva, anche se non sono sola. Di fronte a me scorre un fiume, alcuni massi sporgono dall’acqua e disegnano un sentiero che conduce all’altra sponda dove in questo momento riposano dei cani o più probabilmente dei lupi. Non so perché, ma la loro presenza non mi crea alcun timore.Li osservo a lungo e cerco di afferrare un ricordo che continua a sfuggirmi. Mi chino verso il pelo dell’acqua e il volto che vi è riflesso mi fa arretrare inorridita.Una ragazza con il cranio completamente rasato, gli occhi allucinati e il volto insanguinato e tumefatto mi sta osservando.Sono io? Sono davvero io?Vorrei ricordare e, al tempo stesso, una parte di me mi impone di non farlo.So di aver dimenticato qualcosa, ma so anche che quel qualcosa è un ricordo orribile, un evento che mi chiude lo stomaco e mi getta nel panico.Mi allontano di poco dalla riva del fiume per non vedere più quell’immagine che mi turba e mi provoca fitte al capo. È come se qualcosa premesse per venire a galla, mentre una forza uguale e contraria la respingesse in un angolo remoto e dimenticato del mio cervello. Scuoto il capo per scacciare un senso di angoscia che improvvisamente mi assale.Il mio passato non è un luogo sicuro, non più sicuro delle bestie che mi osservano distratte, nient’affatto turbate dalla mia presenza.Di loro non ho paura, di loro posso fidarmi… un istinto di sopravvivenza mi spinge a restare lì, nei boschi, lontano da pericoli ben peggiori di quelli che sonnecchiano pigramente a poche centinaia di metri.
Adesso la foresta è la mia casa: non importa chi sia stata prima, ora sono una sua creatura. ...
***** 

GUARDA IL TRAILER



L'AUTRICE
Fleur du Mar dice di sè...Di sicuro sono nata e di sicuro morirò, così posso dire di avere almeno 2 certezze nella vita.
Penso che quello che sei davvero è nascosto dietro piccoli gesti e parole accennate ed è diverso da quello che appare…

Scrivo, ma sto cercando di smettere.
Il mio obiettivo nella vita non è essere migliore di qualcun altro, ma migliore di ciò che ero.
E con queste frasi fatte direi ho fatto il pieno di ovvietà!
VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK: 


TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? CHE NE PENSI? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.
Grazie se condividerai il link di questa presentazione sulle tue pagine social.


SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!