SE MI INNAMORO di Bella Andre ( Tre60) - Recensione

Autrice:Bella Andre
Titolo originale: Can't Help Falling In Love
Traduttrice: Roberta Zuppet
Genere: Contemporaneo
Ambientazione: Usa
Pubblic. originale: Autobupplicato, 2011
Pubblic. italiana: Tre60, 20 novembre 2014, pp.320, € 9,90

Parte di una serie: 3° della serie Sullivans
Livello sensualità: ALTA
Disponibile in ebook? Sì, € 4,99

TRAMA: Gabe Sullivan rischia la sua vita ogni giorno per salvare quella di altre persone. È vigile del fuoco: il suo lavoro per lui è una missione, che svolge da sempre con passione, coraggio e dedizione. Ma se Gabe è disposto a mettere a repentaglio la propria vita, ciò che non intende più mettere in pericolo dopo una forte delusione d'amore - è il suo cuore, soprattutto per la donna che, di recente, ha salvato da un incendio, una donna cui non riesce a smettere di pensare, un solo istante. Megan Harris deve tutto all'eroico vigile del fuoco che ha salvato lei e la figlia dalle fiamme dell'incendio scoppiato nel suo appartamento. A quell'uomo deve tutto, tranne il suo cuore. Dopo la perdita del giovane marito, Megan ha giurato a se stessa che non avrebbe mai più sofferto per amore. A nessun costo Ma il destino sembra volere tutt'altro. Rincontrarsi per loro, infatti, sarà fatale. Agli occhi di Gabe, Megan non è mai apparsa così bella e seducente: come farà a resisterle, a non cedere al suo fascino? E Megan, come potrà ignorare la dolcezza di Gabe nei confronti della figlia, ma soprattutto come potrà dimenticare la carezza dei suoi baci sulla pelle? Nulla è più fragile di ciò a cui si tenta disperatamente di resistere.
  
                                          
Dei tre romanzi sulla serie dei fratelli Sullivan pubblicati fin ora, “Se m’innamoro” è senza dubbio il più riuscito. Probabilmente il merito è del fascino evergreen del pompiere coraggioso, un eroe più che per mestiere per una vera e propria vocazione. Gabe, manco a dirlo, è un esemplare divino di uomo alfa: muscoloso, tenebroso, eccitante ma anche tenero e protettivo con donne e bambini. Megan e Gabe si conoscono durante un’occasione tragica: un grave incendio. Gabe è colui che salva la giovane donna e la sua figlioletta da una situazione disperata e senza via di scampo. Da quel momento in poi, anche grazie alla simpatica invadenza di un’adorabile bambina di sette anni, Megan e Gabe iniziano a frequentarsi fino a che il fuoco (stavolta della passione) non divampa spingendo entrambi a consumare furiosamente i loro amplessi, ovviamente con il benestare della piccola Summer, letteralmente una lady cupido in miniatura che sarà determinante nel processo di avvicinamento di questi due ragazzi che capiscono molto presto che ad unirli non è solo l’attrazione magnetica ma un legame ben più solido e profondo. Se state pensando che questa relazione sia tutta rose e fiori vi sbagliate e di grosso, perché Megan, prima di cedere alle lusinghe dell’amore, farà tribolare parecchio il bel pompiere, che dovrà occuparsi di gestire la sua enorme paura di perdere le persone che ama, come accaduto con il giovane marito anni addietro. In realtà Megan non aveva amato davvero David, ma dopo essere rimasta incinta si è sentita quasi in dovere di convolare a nozze, un matrimonio che però si è interrotto quasi subito a causa di un terribile incidente aereo, che il coniuge aviatore non ha potuto impedire. Ed ecco spiegata la fobia di Megan nei confronti degli uomini che esercitano un mestiere pericoloso, la giovane donna infatti, è divisa a metà: da
una parte c’è il sentimento sempre più forte e devastante che nutre nei confronti del bel Gabe, e dall’altro incombe lo spettro della paura, il terrore crescente di perdere nuovamente il proprio equilibro esistenziale e di far soffrire ancora la sua bambina. Ma è più forte l’amore o la paura? Vi toccherà leggerlo per scoprirlo e vi assicuro che sarà un bel mistero da svelare perché vi farà riflettere sul valore prezioso degli attimi trascorsi con chi amiamo. Nel romanzo ritroviamo ovviamente il clan Sullivan al gran completo, inoltre l’autrice getta le basi per un romanzo futuro che mi auguro vivamente di poter leggere al più presto, perché Bella Andre ha uno stile di scrittura semplice ma elegante, avvincente  e magnetico che un po’ mi ha ricordato Julia Quinn con la sua celeberrima famiglia Bridgeston, composta da otto fratelli tutti diversi fra loro, proprio come in questa serie a volte un po’ ingenua ma sicuramente apprezzabile. Non mi resta che augurarvi buona lettura, perché tanto lo so che al fascino del pompiere non resisterete!










   ebook                 cartaceo

LA SERIE SULLIVAN 
1. The Look of Love: Chase & Chloe (2011) - ed. italiana: COME NESSUN'ALTRA, Tre60, febbraio 2014 -LEGGI QUI la ns recensione
2. From This Moment On: Macus & Nicola (2013) 
ed. italiana: DA ADESSO IN POI, Tre60, luglio 2014 - LEGGI QUI la ns recensione
3. Can't Help Falling In Love: Gabe & Megan (2013) - 
ed. italiana: SE MI INNAMORO Tre60, luglio 2014
4. I Only Have Eyes For You: Sophie & Jake (2012)
5. If You Were Mine: Zach & Heather (2012)
6. Let Me Be The One: Ryan & Vicki (2013)
7. Come A Little Bit Closer: Smith & Valentina (2013)
8. Always On My Mind: Lori & Grayson (2013)
8.5. One Perfect Night: Noah & Colbie (2014)
9. The Way You Look Tonight: Rafe & Brooke (2014)
10. Kissing Under the Mistletoe: Mary & Jack (2013)
11. It Must Be Your Love (2013)- Mia & Ford/ The Siattle Sullivans

12. Just To Be With You (2014) - Ian & Tatiana/ The Siattle Sullivans



LEGGI QUI il ns articolo sull'esperienza di auto-publishing di Bella Andre che proprio grazie a questa serie dei Sullivans è diventata ricca!

L'AUTRICE
Bella Andrè si è laureata in economia all'università di Stanford e ha poi lavorato come direttore marketing e non ha disdegnato di calcare le scene come cantante rock. Autrice di romance contemporanei, ha anche scritto erotici per la famosa casa editrice  Ellora's Cave. Dopo che un suo romanzo non è stato accettato dalla casa editrice con cui pubblicava l'autrice ha deciso di imboccare la via del self-publishing e la sua serie Sullivans, di grande successo, è stata tutta autopubblicata. La Andrè vive con marito e figli nella 'wine county' della della California del Nord. 
VISITA IL SUO SITO: http://bellaandre.com/


TI INTERESSA QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? VORRESTI CHE LA TRE60 PUBBLICASSE TUTTA LA SERIE DEI SULLIVANS?

Barbara Riboni presenta... HYDRA - Il segreto degli abissi (Cicogna Editore)


Genere: Fantasy Romance
Ambientazione: Contemporanea, Milano, Isole Maldive
Edizione: Cicogna Editore, 21 Novembre 2014, pp.396,
€ 14,50
Solo edizione cartacea

TRAMA: Quando l'azzurro di due occhi ti trascina negli abissi devi solo cercare di restare viva...
Victoria Valsecchi è una ragazza milanese abituata al lusso estremo e alla vita sregolata. Orfana di madre, ignorata dal ricchissimo padre, ha sviluppato un carattere chiuso e indisponente, costruendosi una rigida corazza contro il resto del mondo. Ubriaca alla guida della sua auto, una notte ha un incidente in cui rischia la vita e una denuncia penale e così il padre, esposto politicamente all'estero, la obbliga a una vacanza forzata in un resort alle Maldive, minacciando di bloccarle i conti in caso di rifiuto. Non sarà facile per la ragazza, abituata alla vita frenetica di Milano, adeguarsi al silenzioso splendore dell'Oceano Indiano ma Victoria, contro la sua volontà, si scoprirà ben presto attratta dalle meraviglie naturali di quel paradiso terrestre e da uno strano uomo che scorge tra le onde. Al largo di quelle acque azzurre e trasparenti andrà incontro ad un destino inimmaginabile e pericoloso, conoscerà un popolo straordinario e avrà il compito di proteggerlo da una misteriosa minaccia, con l'aiuto degli otto Custodi di Hydra. Ricattata da una creatura divina e contesa da due uomini caparbi riuscirà a trovare l'amore dove non l'avrebbe mai cercato, ma dovrà spingersi nel segreto degli abissi più profondi per scoprirlo.
****

Noha, il protagonista
Amiche lettrici, oggi voglio presentarvi Hydra - Il segreto degli abissi,  il mio nuovo romanzo paranormal romance ambientato nello splendido panorama delle Maldive. 

La protagonista femminile è Victoria, una giovane donna molto ricca e profondamente sola, che accetta malvolentieri una vacanza forzata, seppure in un posto meraviglioso, e che si piegherà al volere del padre solo per un ricatto economico.
Ma tra le onde dell’Oceano scorgerà Noah, il protagonista maschile del romanzo, un uomo molto speciale anche tra la sua gente. Non troverete in questo libro un personaggio tradizionale dal carattere prepotente e dal fascino alfa. Noah è un’anima dolce e romantica, con un dono meraviglioso e un destino che lo rende profondamente solo come Victoria. Riconoscerà nella ragazza del mondo di sopra le caratteristiche del “Messaggero” che il suo popolo attende da sempre e deciderà di trascinare Victoria in un’avventura che si rivelerà difficile e pericolosa.

Si tratta di due personaggi molto diversi tra loro che riconoscono l’uno nell’altra l’occasione di cambiare il proprio destino e trovare finalmente qualcuno da amare.

Sullo sfondo di esclusivi resort assolati e incantevoli visioni marine, il romanzo vi trascinerà in un mondo fantasy assolutamente coerente e compatibile con la vita comune di ognuno di noi e chissà, forse un domani, sulla spiaggia della vostra vacanza, vi troverete a cercare tra le onde qualcuno con cui dividere le stesse emozioni.

Nella speranza di avervi incuriosite almeno un po’, vi lascio con un breve estratto e vi auguro una buona lettura.
Barbara

LEGGI UN ESTRATTO DEL ROMANZO...

E poi alzando gli occhi per controllare quanto ancora mancasse all’arrivo, lo vidi.
Non realizzai subito che fosse lui. Restai un attimo incerta perché a quella distanza la visuale mi permetteva di scorgere solo una figura indistinta, accucciata sulla sabbia al centro del piccolo isolotto spoglio.
Più mi avvicinavo però, più scorgevo dettagli della figura che all’inizio avevo appena afferrato, e ad un certo punto riconobbi la massa di capelli biondi che mi aveva tanto colpito in acqua due giorni prima. Il mio cuore accelerò in un attimo, eccitato quanto me per la scoperta.
L’avevo trovato. Alla fine l’avevo trovato. Chissà perché sembrava essere di vitale importanza per me trovare conferma che non mi fossi sognata tutto.
Forse perché io stessa ormai ero quasi convinta di essermi immaginata quell’incontro, avere di fronte a me la prova evidente che non fosse così mi dava una sensazione di euforia impagabile.
A circa venti metri dalla spiaggia fui in grado di vederlo bene: sedeva a gambe incrociate al centro dell’isola, in pieno sole, con le braccia distese di fronte a sé e i palmi rivolti verso l’alto. Con il viso rivolto al cielo assorbiva i raggi solari protendendosi per catturarne il più possibile. Ad occhi chiusi si dondolava dolcemente avanti e indietro e i suoi lunghi capelli ondeggiavano assieme a lui, restituendo al sole bagliori dorati.
Mi accorsi che, non solo gli arrivavano alla vita cadendo pesanti sulla schiena e sul petto, ma erano come intrecciati in decine di dreads chiarissimi che si allontanavano dai lati del viso sospinti da una brezza leggera. La pelle del busto e di quel che riuscivo a vedere delle gambe era dorata dal sole e si tendeva sugli addominali in prossimità della vita stretta. Seguiva il ritmo dolce di una nenia che sembrava cantare sottovoce, senza aprire nemmeno la bocca.
Era un suono soave e ipnotico, che mi catturava invitandomi ad avanzare verso di lui attratta come una falena dalla luce.
Continuai a vogare piano per il timore che un semplice rumore l’avrebbe interrotto. Quando fui a meno di dieci metri dalla riva, d’improvviso aprì gli occhi e smise di cantare.
Per un infinito istante mi fissò con sguardo intenso e io mi bloccai interrompendo il lento avanzare del kayak e rimasi con la pagaia in bilico sulle gambe, in attesa. Ora mi saluterà pensai, ora alzerà il braccio e mi farà un segno di benvenuto. ...




L'AUTRICE 

Barbara Riboni è nata a Milano dove vive insieme al marito Saro e al loro cane Nebbia.
Ama cucinare per rilassarsi, adora gli animali e il mare, ma la sua passione più grande sono i libri fantasy, di cui è un’accanita lettrice.
Pactum Vampiri, vincitore del Premio Letterario Scrittori con Gusto 2013, è il suo romanzo di esordio, attualmente sta lavorando alla stesura del seguito.
Su richiesta delle lettrici sono stati pubblicati due racconti brevi, spin-off del romanzo "Pactum Vampiri", intitolati "Zelda-Ad Novam Vitam" e "Carlos - Inopinatum Munus".
VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK: 

VI INTRIGA LA TRAMA DI QUESTO ROMANZO? VI PIACEREBBE LEGGERLO? FATECI SAPERE COSA NE PENSATE, QUANDO L'AVRETE LETTO.

TUTTI I DIFETTI CHE AMO DI TE di Anna Premoli (Newton Compton) - Recensione

Autrice: Anna Premoli
Genere: Contemporaneo- commedia romantica
Ambientazione: New York, oggi 
Pubblic. originale: Newton Compton, 30 ottobre 2014, pp. 281
Parte di una serie: No
Livello sensualità: Medio/Basso
 Disponibile in ebook? Sì a€ 4,99  

TRAMA: Mettere i bastoni tra le ruote alla propria famiglia è una vera arte per Ethan Phelps, perfezionata con cura nel corso degli anni. Quando suo padre muore, senza lasciare alcun testamento, il ragazzo eredita le quote della sua multinazionale. Ma è evidente a tutti che Ethan non ha il pallino per gli affari.
Passa le serate tra bar e locali offrendo da bere a chiunque e pagando conti salatissimi, riarreda il suo lussuoso loft senza badare a spese e spreca il tempo in compagnia di individui inutili. Quando però, un bel giorno, fa irruzione completamente ubriaco in una riunione di azionisti, i familiari si convincono che è il momento di prendere drastici provvedimenti, primo fra tutti, nominare un amministratore che tuteli il suo patrimonio. Dopo diversi tentativi falliti viene nominata un’affascinante avvocato specializzato in brevetti aziendali, Sara Di Giovanni. Sara ha il grande vantaggio di essere determinata e di non lasciarsi imbambolare dai modi di Ethan. Tra loro è da subito scontro aperto: lui non vuole ridimensionare il suo stile di vita e lei non ha nessuna intenzione di farsi mettere i piedi in testa da un presuntuoso rampollo. E così, poco alla volta, la tensione arriva alle stelle. Anche se il loro rapporto, a suon di dispetti, è destinato a evolversi in qualcosa di ben più complicato ed eccitante…



La trama ben riassunta dalla sinossi mi aveva spinto a leggere questo romanzo, trovandola alternativa al solito tran tran dell’alpha super dominante e della donna che subito si butta ai suoi piedi. Infatti uno dei pregi del romanzo della Premoli è quello di aver dato origine ad un personaggio maschile, Ethan, lontano dagli stereotipi tanto in voga. È un uomo che si potrebbe definire scanzonato nella sua svagatezza, superficiale, alcolizzato e spendaccione. Donnaiolo per vocazione, ma senza l’alterigia del conquistatore, è perfino un fobico dei batteri tanto che non bacia e non ama essere toccato, disinfetta accuratamente tutti gli ambienti in cui vive e fa controllare i locali che frequenta. Sara di Giovanni la protagonista, un tosto avvocato specializzata in brevetti aziendali, si ritrova tra capo e collo la tutela patrimoniale di Ethan. Sarà lei che il giudice incaricherà di sorvegliare le spese del suo assistito, dopo che questi ha fatto scappare a gambe levate tutti i precedenti amministratori di tutela nominati dal tribunale. Tra di loro si scatenerà molta animosità fin dal primo incontro, dato che entrambi si trovano in una situazione che non gradiscono , tesi però a raggiungere il proprio obiettivo: Sara a portare a termine il suo incarico fino a che il tribunale non decida di revocare la tutela ad Ethan e lui, di contro, è decisissimo a sbarazzarsi anche di lei, per tornare a fare la vita dispendiosa e dissoluta a cui è abituato. Come si può ben immaginare queste posizioni contrapposte danno vita a battibecchi infervorati ed a ogni tipo di colpo basso. Ethan arriva perfino a trasferirsi a casa di Sara con la scusa di star facendo rimodernare il suo lussuoso appartamento, per cercare di esasperarla a tal punto da farle rimettere il mandato. E fin qui tutto bene: ci sono gli ingredienti per un ottimo contemporaneo, vivaci scenette che strappano anche qualche risata, come Insieme avrebbero dovuto far scintille sul piano romantico sensuale ed invece no. Una delle cose che mi ha delusa di questo romanzo è stata la totale mancanza di alchimia tra i due. Non ho avvertito quel crescendo che si suppone ci sia tra due persone che si stanno innamorando. Anche quando si arriva al dunque il rapporto amoroso è di una freddezza sconcertante. Sembrano alla fine due amici che si ritrovano per caso in un letto con lei che continua a parlare ,parlare, parlare! La stessa Sara sembra sempre agire di logica, senza un sussulto di spontaneità, anche alla fine, dove mette alla prova un uomo che di certezze circa le sue buone intenzioni verso di lei ne ha date parecchie.
quando lui terrorizzato da un ragno a casa di Sara, si comporta istericamente e poco virilmente saltando dappertutto per sfuggire a cotanto mostro. O quando si fa prendere dalle paturnie per il cibo o per gli ambienti non perfettamente puliti e sterilizzati. Caratterialmente i nostri protagonisti sono opposti, lui un perdigiorno ricco ed annoiato e lei invece una donna in carriera, un mastino in tribunale e con un rapporto familiare solidissimo.
Altro punto che mi ha lasciata perplessa: l’autrice ci descrive un Ethan profondamente in contrasto con il padre defunto e che ha un rapporto conflittuale con il fratello, ma l’autrice non ci dice mai a che cosa tali dissapori sono dovuti. Non sappiamo nulla di nulla del perché del suo alcolismo, cosa ce lo ha condotto, se non forse la noia. Ed anche la facilità con cui viene descritta la sua affrancazione da una dipendenza così devastante è veramente incredibile. Da un giorno all’altro Ethan smette di bere, senza alcuna sofferenza né tentazioni né ricadute, tutto per riuscire ad essere così lucido da vincere Sara in furbizia e affrancarsi dalla tutela. Lo stesso linguaggio usato per descrivere la storia e sì moderno e veloce ma spesso pecca di una gergalità tutta italiana, che in un libro ambientato in America stonano, ad es: “ fatti vedere da uno bravo” rivolto da Sara ad Ethan durante il loro primo incontro e un “ ti piace vincere facile” che ricorda tanto una pubblicità nostrana. 
In definitiva scorrevole, a tratti divertente ma molto superficiale. Qualcuno dirà che la commedia romantica deve avere come caratteristica la leggerezza, ma qui è superficiale non tanto la storia in sé quanto il vissuto e il pensiero dei personaggi, che non permettono di capire bene gli antefatti e il perché di certe scelte, lasciando un vuoto nella trama stessa. Un romanzo partito con ottimi presupposti che per me, dato le lacune che presenta, non è arrivato a compiutezza.








ebook                cartaceo

LEGGI QUI UN ESTRATTO DEL PRIMO CAPITOLO 
DI QUESTO ROMANZO


ALTRI LIBRI DI ANNA PREMOLI
Ti prego lasciati odiare - ed. Newton Compton, gennaio 2013 (Premio Bancarella 2013) -LEGGI QUI la ns. recensione
Come inciampare nel principe azzurro ed. Newton Compton, settembre 2013 
Finchè amore non ci separi  ed. Newton Compton, maggio 2014
From BAŠKA with love - novella - all'interno della raccolta BACI D'ESTATE - ed. Newton Compton, giugno 2014




L'AUTRICE
Anna PremoliAnna Premoli ( è un nom de plume) è nata nel 1980 in Croazia, vive a Milano dove si è laureata in Economia dei mercati finanziari, presso la Bocconi. Ha lavorato alla J.P. Morgan e, dal 2004, al Private Banking di una banca privata. La matematica è sempre stata il suo forte, la scrittura invece è arrivata per caso, come “metodo antistress” durante la prima gravidanza. Ti prego lasciati odiare è stato il libro fenomeno del 2013. Per mesi ai primi posti nella classifica dei libri più venduti, con i diritti opzionati dalla Colorado Film per la trasposizione cinematografica, ha vinto il Premio Bancarella ed è stato tradotto in Francia. Con la Newton Compton ha pubblicato con grande successo ancheCome inciampare nel principe azzurro e Finché amore non ci separi.

TI INTRIGA LA TRAMA DI QUESTO ROMANZO? TI PIACEREBBE LEGGERLO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? QUALI SONO GLI INGREDIENTI DEL SUCCESSO DEI LIBRI DI ANNA PREMOLI?

Quattro Chiacchiere con... EMANUELA PIASENTINI di Dreamspinner Press

Inauguriamo oggi questa rubrica di piacevoli chiacchiere su uno dei nostri argomenti preferiti, il mondo romance. A rompere il ghiaccio abbiamo invitato Emanuela Piasentini, che è la curatrice di tutte le edizioni in italiano della Dreamspinner Press. Chi si sta appassionando al genere MM conosce sicuramente questa casa editrice. E a noi che trattiamo da un po' questi libri è venuta voglia di saperne di più. Come se fossimo davanti a un caffè o a un aperitivo, iniziano le chiacchiere...unitevi a noi!

Emanuela Piasentini
LMBR: Benvenuta nella nostra biblioteca romantica, Emanuela. Visto che tu sei la figura di riferimento in Italia della Dreamspinner Press, casa editrice americana specializzata in storie MM ( cioè storie d’amore gay), ci piacerebbe sapere come sei arrivata alla tua posizione di coordinatrice delle traduzioni dei libri Dreamspinner nella nostra lingua. In cosa consiste il tuo lavoro? E’ difficile curare le traduzioni di questi libri?
E.P.:Vi ringrazio molto per lo spazio che ci date. Sono arrivata alla posizione di coordinatrice un po’ per caso. Avevo fatto per Dreamspinner delle revisioni di romanzi ed ero piuttosto attiva su Goodreads nei gruppi dedicati all’MM Romance, scrivevo moltissime recensioni e interagivo con scrittori e altri lettori. Ho conosciuto poi Barbara Cinelli, che mi ha preceduto alla Dreamspinner nello stesso ruolo, abbiamo visto che avevamo tante idee simili su questo genere, e quando lei ha deciso di dedicarsi a Triskell, ha passato le consegne a me. Con i responsabili della Dreamspinner il rapporto si è instaurato poi con facilità, perché amo questo genere e mi ci sono buttata anima e corpo. La cosa bella degli americani è che guardano molto il raggiungimento degli obiettivi e poco il curriculum. Il mio lavoro consiste nel presidiare i social media, quindi interagire con i lettori e i blogger, raccogliere le recensioni, fare promozione e, se richiesto, 

affiancare gli scrittori nella promozione. L’altro aspetto è quello del controllo delle traduzioni, cioè della verifica che siano leggibili e corrispondano al testo, prima della pubblicazione. Questo è l’aspetto senza dubbio più problematico e che assorbe la maggior parte delle mie energie. È difficile curare le traduzioni perché ogni libro è per genere e stile diverso, e ogni traduttore approccia il lavoro in maniera diversa. Inoltre il genere è nuovo e 
ci sono espressioni che derivano dall’inglese che all’interno della stessa comunità LGBT italiana vengono tramutate in quella lingua, senza traduzione, quindi bisogna cercare di fare da ponte senza appesantire la lettura. La cosa più difficile però è cercare di preservare l’intenzione dell’autore. Spesso devo chiedermi se la ricchezza o la piattezza di certe espressioni derivino dall’originale o dalla traduzione e a quel punto mi posso trovare anche a dover rivedere completamente un romanzo se non riscontro nella traduzione le stesse sensazioni dell’originale. Questo è il mio assillo.

LMBR: Fino a poco tempo fa i romance MM erano sconosciuti sul mercato italiano, grazie a  case  editrici  di  nicchia  come  appunto  la  Dreamspinner Press, che ha scelto ( molto oculatamente) di far tradurre in alcune lingue straniere i propri romanzi, il genere si sta pian piano facendo conoscere anche da noi. E piace. Chi sceglie di leggere MM rispetto ad altri generi romance, lo fa perché…?
E.P.: Difficile dare una risposta generale. Posso parlare della mia esperienza personale, che ho riscontrato in altre lettrici/amiche. Molte tendono già a sentirsi più vicine all’eroe nel romanzo piuttosto che all’eroina, a comprendere meglio le sue ragioni o a trovarlo come personalità più sfaccettato e interessante. Un altro aspetto che porta al Romance MM è la constatazione di non ritrovarsi nel modello di eroina protagonista di molti romanzi. Mi trovavo a leggere di donne in cui non mi riconoscevo assolutamente e in cui avrei dovuto in qualche modo identificarmi, ma alla fine le trovavo irritanti e portatrici di ideali di realizzazione nella vita che non erano del tutto i miei. Leggere di due eroi mi ha sollevato da questo tentativo che faceva la mia mente di immedesimarmi e mi ha lasciato libera di vivere solamente le emozioni, quindi la storia d’amore, la passione, il dubbio, la rabbia, l’esaltazione, tutto sullo sfondo di un percorso interiore dei personaggi per conoscere se stessi e farsi accettare. È innegabile poi che la non totale e pacifica accettazione dell’orientamento sessuale nella società arricchisce sempre queste storie di una dimensione ulteriore e porta i personaggi a dover affermare se stessi e il loro amore davanti a tutto. Cosa c’è di più romantico di questo, non lo so.
LMBR:  Dalla tua esperienza di contatto con le lettrici, sia sul blog delle Dreamspinner in italiano che su Facebook, hai provato a fare un identikit della tipica lettrice di MM?
E.P.: Sono donne forti, curiose, dinamiche, passionali, aperte. Per mestiere, titolo di studio, situazione familiare, saranno probabilmente tutte diverse, ma guardando le loro bacheche vedo un forte senso di giustizia sociale e di eguaglianza.

LMBR:  E’ vero che la maggior parte delle autrici di questi libri sono donne eterosessuali che rivolgono le loro storie a donne eterosessuali? In cosa queste storie sono diverse, se lo sono, rispetto a quelle eventualmente rivolte a lettori gay? 
E.P.: Dico spesso che, quando si parla di MM Romance, ci si ferma alla parte MM, ma il genere ha tutte le caratteristiche del Romance, e di questo prende la forte componente di lettori  donne  e  di  autori  donne.  Parlare  dell’orientamento  eterosessuale degli autori è restrittivo, ci sono molte scrittrici  lesbiche  o  bisessuali  che  scrivono  bellissimi  MM Romance. Non credo scrivano avendo in mente un pubblico eterosessuale: vogliono scrivere storie con protagonisti due uomini. Se poi chi li legge è donna, uomo, trans*, intersex, genderqueer, se è etero, gay, bisessuale, asessuale, è incidentale, capita. Frequentando i Meeting è questo di cui ci si rende conto, questa incredibile diversità di autori e pubblico.
C’è chi distingue il Gay Romance dall’MM Romance, vedendo nel Gay Romance una componente meno incentrata sul sentimento, però, anche qui, discussioni infinite e non vorrei appesantire questo intervento (per chi ci legge abbiamo scrittori come Mary Calmes e Andrew Grey che sono più sbilanciati sull’MM Romance, mentre autori come Eric Arvin e Sean Kennedy sono più vicini al Gay Romance). Diversa è la narrativa gay, che è invece più incentrata sulla realtà, con storie che possono non avere il lieto fine e che presentano la vita reale. Se si pretende che il Romance MM sia perfettamente aderente alla realtà LGBT [Lesbo, Gay, Bisex e Transgender], si parte dal presupposto sbagliato, a mio avviso. Bisogna fare la stessa tara
che si fa a un qualsiasi Romance: le situazioni che vengono rappresentate, i protagonisti che vengono descritti, quello che dicono, quello che fanno, il tipo di sesso che praticano, tutto questo è la nostra esperienza di tutti i giorni? Non credo, perché nel momento in cui la storia si modella sulla realtà perde quella componente di “sogno” che ci permette di rilassarci con un bel Romance. 
Poi a volte i lettori di un genere o l’altro si mescolano. Chi si avvicina ai temi LGBT magari è incentivato ad abbandonare di tanto in tanto il Romance e cercare anche storie più calate nella realtà. Viceversa ci sono lettori gay che cercano la componente passionale e romantica e di lieto fine che è più prominente nell’MM Romance.

LMBR: Qual è la situazione del mercato di questi libri in Italia? Immagino ci siano prospettive di crescita, visto che anche CE italiane hanno iniziato seppur timidamente a proporre questi romanzi alle loro lettrici.
E.P.: L’interesse sta crescendo, i volumi di vendite sono ancora bassini, anche perché qui si legge meno e, soprattutto per chi fa digitale, la diffusione dei supporti è ancora limitata. Anche se tutti hanno uno smart phone, credo ci giochino piuttosto che leggere. Stiamo vedendo qualche dato confortante ma c’è margine per crescere e arrivare alla diffusione che c’è, per esempio, sul mercato tedesco.


LMBR: E’ vero che esiste un premio negli USA dedicato alla narrativa gay/lesbo? Mi sembra che un libro in uscita il 18 novembre, SOTTO I GIUNCHI, abbia avuto un riconoscimento.
E.P.: Sotto i giunchi di Amy Lane  ha  vinto  un  Rainbow Award. I  Rainbow  Awards sono stati istituiti sei anni fa da Elisa Rolle, che ha creato il primo blog al mondo esclusivamente dedicato all’MM Romance e che negli anni ha visto allargarsi  la  platea  dei  partecipanti a tutto il mondo LGBT e a tutti i generi. Elisa ha anche pubblicato recentemente un bellissimo 
libro fotografico che raccoglie storie d’amore LGBT nei secoli (Days of Love) e che consiglio a tutti per vedere che l’omoaffettività è sempre esistita, non è un prodotto della moda del momento. Tra i premi dedicati alla narrativa LGBT uno dei più importanti è il Lambda Literary Award. Uno dei nostri autori, TJ Klune, ha vinto come miglior Romance per Into This River I Drown quest’anno.

LMBR: Visto che tratti per lavoro e , credo, leggi per piacere MM, se dovessi stilare una tua classifica personale dei tuoi preferiti del genere ( in italiano e/o in inglese) quali metteresti ai primi tre posti. Insomma, sulla famosa isola deserta, quali MM ti piacerebbe poter avere con te?
E.P.:  Solo tre è chiedermi di fare un sacrificio di qualche parte del mio corpo:
Death of a Pirate King di Josh Lanyon, quarto libro nella serie Adrien English
Wicked Gentlemen di Ginn Hale, steampunk
Tigri e Diavoli di Sean Kennedy

Li scelgo perché amo rileggerli, ma lascio fuori Mongrel di KZ Snow (personaggio di cui sono innamorata); Skybound di Aleksandr Voinov; la serie Infected di Andrea Speed; la serie PsyCop di Jordan Castillo Price; Scrap Metal di Harper Fox; Fragole per dessert di Marie Sexton; la serie The Administration di Manna Francis.

LMBR: E tu che MM Romance scriveresti? 
E.P.: Una storia ambientata nella Firenze dell'alluvione del '66 tra un professore d'arte e un angelo del fango che viene da qualche parte del mondo. Se qualcuno la volesse scrivere per me...

LMBR: Al momento i romanzi pubblicati in italiano da Dreamspinner sono di autrici o autori americani o comunque di lingua inglese. Potrebbe mai succedere il contrario? Potrebbe un’autrice italiana specializzata in M/M venire prima o poi tradotta per il mercato americano?
E.P.:  Sì, potrebbe, succederà di sicuro. Cornelia Grey pubblica direttamente in inglese. Erin E. Keller sta per essere pubblicata in inglese. Bisogna dare alle case editrici americane la traduzione già fatta in questo momento, questo è l’ostacolo. Hanno un mercato talmente grande che è difficile che vengano a pescare qui imbarcandosi nella traduzione. Bisogna proporsi. Le storie interessanti le vedono subito.

LMBR:  Quali sono le prossime uscite Dreamspinner in italiano da tenere d’occhio? Ci puoi fare qualche ghiotta anticipazione di uscite future?
E.P.: Il  terzo libro della serie Questione di tempo e della serie delle pantere mannare di Mary Calmes, Marie Sexton con Fragole per dessert (uno dei miei preferiti di sempre), il terzo libro di TJ Klune della serie Bear, Otter e Kid, Lo spogliatoio di Amy Lane, che farà emozionare molti, la conclusione della serie menage di Kate Sherwood, terzo libro della serie Legami di sangue di Ariel Tachna, e poi qualche autore nuovo che scopriremo insieme. Stiamo cercando di capire il gusto del pubblico italiano, che fra tutti quelli di Dreamspinner è il più elusivo. Speriamo di riuscirci.

RINGRAZIAMO EMANUELA PIASENTINI PER QUESTA INTERESSANTE CHIACCHIERATA CHE CI HA FATTO ENTRARE UN PO' MEGLIO NEL MONDO DEL ROMANCE MM. APPREZZIAMO IL SUO LAVORO, NON TUTTE LE CASE  EDITRICI SI DEDICANO CON COSI' CURA ALLA BUONA RIUSCITA DI UNA TRADUZIONE. AUGURIAMO A LEI E ALLA DREAMSPINNER  UNA CRESCITA COSTANTE ANCHE SUL MERCATO ITALIANO.

PER SCOPRIRE TUTTE LE ULTIME NOVITA' IN USCITA VISITATE IL BLOG DELLA DREAMSPINNER IN ITALIANO: http://dreamspinnerpressit.wordpress.com/



****
LEGGETE MM ROMANCE? VI PIACEREBBE LEGGERLO? SE ANCORA NON LO AVETE LETTO, COS'E' CHE VI BLOCCA? PERCHE' SECONDO VOI IL GUSTO DEI LETTORI ITALIANI E' COSI' DIFFICILE DA INTERPRETARE? E, SOPRATTUTTO, QUALI TIPI DI STORIE MM VI PIACCIONO DI PIU' O VORRESTE TROVARE IN ITALIANO? PARTECIPATE ALLA NOSTRA CHIACCHIERATA, LASCIATE I VOSTRI COMMENTI.

ESISTE LA FORMULA DEL ROMANCE IDEALE?

Un interessante articolo sul blog ALL ABOUT ROMANCE si interroga sulla formula ideale per un romance perfetto...esisterà?

Chi critica il romance cita spesso una lunga lista di problemi che lo riguardano e uno di quelli che più di frequente viene citato è che questi libri sembrano scritti tutti con lo stampino, seguendo sempre la stessa formula. Alcune autrici come Paula Graves or Rita Clay Estrada e Rita Gallagher sono d'accordo e forniscono una guida a quella che per loro è 'la formula' . Altri come Anne Gracie, respingono decisamente l'idea. La Harlequin lo chiama "format" e insiste che tutti i generi usano questo tipo di strumento. Io tendo a essere d'accordo con la Harlequin. Un "format" significa solo che i lettori sanno cosa aspettarsi quando scelgono un determinato libro. La maggior parte dei miei autori preferiti scrivono libri che soddisfano a un determinato genere di aspettative. Per esempio, quando leggo Sarah Addison Allen mi aspetto un tipo di scrittura poetica, in cui un tocco di magia è intessuto in un genere di storia per il resto piuttosto contemporanea e molto romantica. Quando leggo Susanna Kearsley so che troverò un bel misto di passato e presente. Per molti anni ho letto Suzanne Brockmann sapendo che nei suoi romanzi delle serie Tall, Dark Dangerous e Troubleshooters lei avrebbe fatto largo uso delle sua straordinaria capacità di descrivere un eroe che è anche un militare. Però mentre mi sono trovata a leggere Sandra Brown, di recente, ho pensato che ci sono aspettative e ci sono formule e che le formule non sono necessariamente una brutta cosa. 

Mean Streak [uscito agosto 2014] )è la storia di Emory Charbonneau, una ragazza davvero fantastica che sembra aver tutto: una buona carriera, un bel marito, grandi amici. Sotto la superficie vediamo che Emory ha iniziato a mettere in dubbio il suo matrimonio e si chiede se ha scelto l'uomo giusto. Gli eventi cospirano perchè lei si renda conto che non è stato così e la portano verso l'uomo con cui invece avrebbe dovuto stare. Il corteggiamento con il suo nuovo amore è tutto fuorchè tipico. Mentre Emory sta correndo, durante l'allenamento per una maratona,  sente una fitta tremenda dietro alla testa e sviene. Quando si sveglia, si ritrova in una casa sconosciuta con un uomo enigmatico che si prende grande cura di lei ma che essenzialmente la tiene prigioniera e si rifiuta di dirle qualsiasi cosa che lo riguardi. A tenerli uniti in questa strana situazione è un gruppo di loschi figuri che presto li costringeranno a dipendere l'una dall'altro per sopravvivere. Lungo la strada riusciranno a risolvere il mistero di quello che era successo a Emory durante la corsa e si innamoreranno. Ho già letto questa storia. Non esattamente lo stesso racconto, ma qualcosa di molto simile in "Envy" della Brown. Lì c'era la storia Maris Matherly-Reed, a capo di una casa editrice e sposata con uno scrittore, che una volta era riuscito a scrivere un bestseller ma 

che non era piu' riuscito a produrre nulla d'allora. Quando Mavis riceve un pacchetto con dentro un libro che racconta di un agghiacciante omicidio, di un manoscritto rubato e di un tradimento, qualcosa dentro di lei comincia a farsi delle domande. Seguendo l'autore del romanzo, Maris farà delle scoperte che cambieranno la sua vita e le porteranno un nuovo amore.
Stesso scenario lo troviamo in "Chill Factor", "Play Dirty", "Fat Tuesday" e "The Witness". In tutti questi romanzi c'è una donna sposata che si ritrova con un eroe dal carattere abbastanza discutibile che la salverà dal suo problematico matrimonio. Logicamente, loro due si avvicineranno, mentre dovranno fuggire da gente decisamente poco raccomandabile. Una trama questa della Brown che l'autrice riesce ad utilizzare con risultati eccellenti, riuscendo a cambiarla abbastanza da tenerci legate alle pagine dei suoi libri, ma mantenendole abbastanza familiari che da farci pensare di tornare a far visita a un vecchio caro amico.

SENZA LEGAMI di Laura Gay (Delos Digital) - recensione

Autrice:Laura Gay
Genere: Erotico/ Contemporaneo
Ambientazione: Italia
Pubblic. italiana: Delos digital , collana Senza Sfumature, € 1,90
 Parte di una serie: No
Livello sensualità: ALTA
Disponibile in ebook? Solo in ebook

TRAMA: Claudia è una ragazza estroversa e bellissima, con un grande sogno da realizzare: diventare una famosa modella e sfilare per la prestigiosa casa di moda Altieri. Ma quando si presenta nell’ufficio di Max Altieri per farsi assumere, lui la tratta con boriosa indifferenza. Fra i due comincerà una lotta fatta di provocazioni sessuali, che sfocerà in una torbida relazione, alla quale nessuno dei due osa sottrarsi. Ma le cose si complicano: Claudia è restia a fidarsi di Max perché gli uomini l’hanno delusa fin troppo spesso, mentre lui la crede una ragazza viziata e superficiale. Riusciranno a trovare qualcosa che li unisce, al di là del sesso? Oppure la loro storia è destinata a ridursi ad amplessi clandestini, incredibilmente appaganti ma privi di importanza?



L’ho detto e lo ripeto: Laura Gay è una delle autrici italiane più promettenti del mercato editoriale italiano. Il suo ultimo lavoro, pubblicato dalla Delos Digital, parla di una ragazza bellissima ma interiormente fragile, una modella di successo che desidera ardentemente lavorare per uno dei personaggi più ambiti e sfuggenti della moda italiana, tale Max Altieri che guarda caso è uno straordinario esemplare di maschio alfa: alto, bello, fascinoso e naturalmente arrogante da morire; il solo guardarlo induce le donne a fare pensieri impuri e la giovane protagonista non è da meno, anche se gli tiene testa egregiamente, a differenza di molte “ochette” che gli ronzano intorno.
Il primo approccio fra i due è decisamente hot, si pensi infatti che Claudia per pura ripicca gli regala un suadente spogliarello, che lascia il povero (si fa per dire) Max in uno stato di eccitazione incontrollabile, incapace di pensare ad altro. A questo episodio decisamente audace,  seguirà un serrato (purtroppo breve dato i tempi del racconto) inseguimento sessuale che spingerà i due giovani a vivere una focosa avventura amorosa che, come prevedibile, da semplice interludio si trasformerà in una splendida storia d'amore dove tra desiderio e possesso carnale sboccerà un delizioso e genuino sentimento. Insomma, quella che doveva essere una relazione senza impegno ben presto cambia rotta!  

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

GUARDA IL VIDEO DEL BLOG!